Menu

Scoperta la larva mangia plastica.

7 maggio 2017 - Tecnologia & Hi Tech
Scoperta la larva mangia plastica.

Scoperta tutta italiana della larva che mangia la plastica, la stessa che mangia la cera delle api.

La notizia è stata diffusa pochi giorni fa sulla nuova scoperta di una larva che pare riesca a mangiare la plastica.

In passato erano stati scoperti delle larve plasticofagi, ma adesso pare che la lista sia destinata ad allungarsi. Si tratta della camola del miele o più esattamente la larva della cera. Questo insetto è un vero e proprio flagello per gli apicoltori perché oltre a distruggere l’alveare rilascia sostanze nocive per le api. Api che come sappiamo sono utilissimi per la sopravvivenza della specie umana.

A scoprirlo al biologa Federica Bertocchini attualmente ricercatrice in Spagna.

Lavora all’Università della Cantabria nel dipartimento di Biomedicina e Biotecnologia.

Pare che per ripulire alcuni alveari di ci si occupa abbia rinchiuso questo verme in un sacchetto di plastico e poco dopo fosse pieno di fori. I ricercatori adesso sono al lavoro per capire quale sia l’enzima che riesca a secernere il polietilene, il materiale utilizzato per i sacchetti della spesa per intenderci.

Scoperta larva mangia plastica

Il polietilene ha una struttura molecolare simile alla cera e pertanto sono alla ricerca per capire come isolarlo. Questo progetto è la pietra miliare per le future ricerche. Potrebbe rivoluzionare il mondo dei rifiuti e poter riuscire a ripulire i mari dalla plastica presenti nelle acque.

Ogni anno vengono prodotte tonnellate di plastica che poi si riversano nel mare, nei fiumi, nei terreni. I cittadini del primo mondo vivono sempre più un consumo sfrenato di plastica e la sua produzione è destinata ad aumentare.

Scoperta la larva mangia plastica.

Più di 300 milioni di tonnellate di plastica vengono prodotte ogni anno e lasciate in giro. Tale quantità sarebbe in grado di ricoprire il pianeta terra.

Fonte: https://staysustainable.wordpress.com/2017/04/26/scoperta-la-larva-mangia-plastica-biologa-italiana-a-capo-della-ricerca/

Articolo di Gabriella Gozzo, autrice del libro: Ambiente. Luci e ombre di un affare mondiale

Ambiente. Luci e ombre di un affare mondiale