Menu Chiudi

IoT agricoltura 4.0 e IoF 2020

IoT agricoltura iof2020

Sentiamo sempre piu’ parlare di IoT;  “Internet of Things“, l’internet delle cose, ossia oggetti tecnologici che tramite una connessione a larga banda (sia essa una adsl, un wifi o come accade nel 90 % dei casi una sim), scambiano dati fra loro, inviando segnalazioni, livelli, situazione sensori e molto altro. Nell’industria queste tecnologie cominciano ad essere usate e sono in grado di trasformare una vecchia fabbrica in una innovativa struttura tecnologica dove tutto e’ sotto controllo.




IOT iof 2020 agricoltura 4.0

I decreti dell’industria 4.0 varati dal governo italiano e dall’UE, incentivano questi investimenti attraverso dei super ammortamenti o forti agevolazioni fiscali.

 

Cosa accade nell’agricoltura?

Non fa eccezione l’uso di queste tecnologie (che ormai vengono chiamate IoT in tutti i settori) nell’agricoltura, dove proprio alla copertura 3G, 4G a breve 5G possiamo usare una sim per trasmettere ed inviare dati, sapere l’umidità di una campo di grano a 5.000 Km di distanza da noi, sapere la temperatura o il livello di un silos di mais posto dall’altra parte del mondo o avere l’esatta posizione, il consumo o lo sforzo di un trattore che sta arando un campo o 100 trattori che stanno lavorando.

IOT iof 2020 agricoltura 4.0

 

Queste soluzioni in effetti non sono nuove, esistevano più di 15 anni fa, ma mancava la tecnologia e le offerte dei carrier di telecomunicazioni. Ora invece è possibile con costi anche molto bassi e questo sta permettendo la diffusione di questa tecnologia.

Oggi, ricercatori, aziende ed esperti provano a sfruttare questa tecnologia innovativa proprio nel mondo dell’agricoltura. E’ nato infatti un progetto co-finanziato dall’Unione Europea denominato.

The Internet of Food & Farm – IoF2020

Sul sito ufficiale troviamo scritto:

L’Internet delle cose (IoT) ha un potenziale rivoluzionario. Una rete intelligente di sensori, attuatori, telecamere, robot, droni e altri dispositivi connessi  che consentono un livello senza precedenti di controllo e processi decisionali automatizzati. Il progetto Internet of Food & Farm 2020 (IoF2020) esplora il potenziale delle tecnologie IoT per l’industria alimentare e agricola europea.

IOT iof 2020 agricoltura 4.0

Il tutto è partito dal 1 gennaio 2017, e andrà avanti per 4 anni, fino al  2020. L’obiettivo di IoF 2020 è di usare ed avvicinare il mondo dell’agricoltura, che in effetti vivendo una rinascita da parte dei giovani, verso l’uso dell’Internet of Things nel settore agroalimentare.

30 milioni di euro finanziati dall’UE

 

Il budget messo a disposizione dall’UE e’ di di 30 milioni di euro.  IoF 20202 attraverso l’uso dell’IoT intende  «assicurare cibo sano e sicuro,  rafforzare  la competitività delle filiere dell’allevamento, agricole e della produzione alimentare oltre che incentivare l’avvicinamento dei giovani verso l’agricoltura, le fattorie e le produzioni del mondo BIO.

IOT iof 2020 agricoltura 4.0

Inoltre grazie alle competenze tecnologiche che si svilupperanno l’obiettivo secondario è di consolidare in Europa la conoscenza, la produzione dell’Internet of Things per arrivare ad avere una leadership verso i paesi emergenti.

Le aree di competenza sono:

 

Raccolti

IOT iof 2020 agricoltura 4.0
Prodotti caseari

IOT iof 2020 agricoltura 4.0

Allevamento e produzione latte

IOT iof 2020 agricoltura 4.0

Frutta e verdure

Non più’ una visione del contadino come un sempliciotto o un rozzo lavoratore, ma elevarlo al ruolo di farm manager con competenze tecnologiche e bio tecnologiche al pari delle grandi industri.

 

bio iot internet




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *