Menu

Facebook stavolta Mark Zuckerberg interviene

3 maggio 2017 - Notizie, Società, Tecnologia & Hi Tech
Facebook stavolta Mark Zuckerberg interviene

Violenza, sesso spinto, omofobia, atti di bullismo, Stalking, sono queste le piaghe di Facebook, i motivi per cui uno degli uomini piu’ ricchi del mondo non sempre dorme fra 2 guanciali.

Essere il social network n. 1 al mondo con quasi 1,7 miliardi di iscritti comporta anche avere tante persone che scrivono, giudicano, pubblicano e fra loro, per la legge dei grandi numeri c’e’ chi sicuramente ne fa un uso diverso da quello di socializzare, condividere, aiutare e … perché no… trovare l’anima gemella, anche solo per una notte.

La piaga di Facebook

Questa e’ la piaga di Mr. Mark Zuckerberg e il rimedio e’ quello di garantire la piena sicurezza di Facebook che tramite un post ha fatto il punto sulle strategie che l’azienda intende mettere in campo. Ha dichiarato il n. 1 di FB:

“In queste settimane abbiamo visto su Facebook persone che facevano del male a se stesse e agli altri. E’ terribile– dichiara Zuckerberg – ho pensato a come fare il meglio per la comunità”.

Anche dal’Italia richiesta di attenzione.

Inoltre non dimentichiamoci che il presidente della camera Laura Boldrini ha scritto direttamente a Zuckerberg, non piu’ tardi di 2 settimane fa per chiedere misure piu’ incisive alla lotta contro Violenza, omofobia, bullismo e sopratutto ad articoli o pagine facebook che inneggiano al nazismo.

Ecco alcune altre dichiarazioni sempre di Zuckerberg.

Controllare le segnalazioni più rapidamente. “Nel corso dell’anno prossimo verranno aggiunte 3000 persone al Community Operations”, 3000 revisori che vanno ad aggiungersi ai 4500 già operativi.
Zuckerberg ha inoltre citato un punto specifico:  sfruttamento di minori e hate speech (ossia espressioni di odio) come piaghe da estirpare sul noto social e a quelli satelliti da lui comprati, esempio Instagram.