Balena spiaggiata

Blue Wale, che cosa è e come difendersi

Prima di tutto che cosa e’ il Blue Whale.

Arriva dalla Russia la nuova e sconvolgente moda che si sta diffondendo tra i più giovani. Si tratta di un pericoloso gioco psicologico che ha già causato, solamente in Russia, la morte di quasi 160 adolescenti.

 

Recenti notizie di cronaca e un servizio su Le Iene hanno portato alla ribalta in Italia una pratica macabra nata sui social network, un “gioco” che mette come premio finale la morte stessa dei suoi partecipanti: la “Blue Whale Challenge”.

Blue Whale, la balena blu è un’esca per gli stupidi
La stupida sfida nata sul social russo VKontakte a cura di Philipp Budeikin, che sul web si fa chiamare Filip Lis, accusato ed arrestato per aver creato tra il 2013 e il 2016 gruppi che inneggiano al suicidio.

Perche’ Blue Whale

 Il gioco si riferisce alle balene che decidono di suicidarsi andando a spiaggiare lungo le coste sabbiose dei mari del nord. E qui il primo errore…… la balena e’ un cetaceo che a causa della perdita dell’orientamento o delle forti correnti oceaniche, può  trovarsi con il la sua mole e il suo peso immenso spiaggiata, concludendo i suoi giorni prematuramente per disidratazione.

Ma vi sono anche alcune fonti prettamente narrative, ben lontane dalla divulgazione scientifica, che attribuiscono a questi cetacei la volontà del suicidio coincidente con quello dello spiaggiamento.Quindi il suicidio delle balene e’ solo una mera ipotesi usata per enfatizzate e romanzare questi tristi eventi.

Ma veniamo al Gioco

 Con la sfida della “Blue Whale” si intende una sfida online che ha lo scopo di condurre una persona psicologicamente debole al suicidio dopo aver affrontato 50 giorni di prove ben precise ordinate da un “curatore”. I social network che hanno veicolato tale pratica sarebbero VKontakte, una sorta di Facebook molto popolare nei Paesi dell’Est e il ben più famoso Instagram, con l’uso di hashtag in lingua russa che riportano i riferimenti Blue whale, Mare di balene, Svegliami alle 4:20.

Con questi riferimenti si chiede ai “curatori in ascolto” di poter iniziare la sfida e di essere contattati per dare inizio al gioco. Se il giocatore decide in seguito di ritirarsi, il curatore lo ricatta con delle minacce fisiche verso i famigliari della vittima. Secondo numerosi tabloid esteri, tale pratica ha provocato la morte di oltre 150 persone in tutto il mondo, ma ha anche sollevato numerosi interrogativi sulla veridicità dei fatti.

Balena
Ecco come vorremmo sempre vedere le balene, mentre saltano e nuotano felici nel mare. FXT
L’allarme arriva anche da altri paesi, tra cui Gran Bretagna, Brasile, Francia e Italia, dove lo scorso febbraio un giovane tredicenne si è tolto la vita lanciandosi da un palazzo di 26 piani in un paesino della provincia di Livorno.

Ma sarà vero ?

Il video del folle gesto è finito online ma l’unico collegamento con la Blue Whale nasce da una dichiarazione del vescovo locale Paolo Razzauti: “Non vorrei fosse uno dei tanti giovani spinti ad uccidersi con il ‘Blue Whale“, ma il Dirigente dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato, Giuseppe Testaì, smentisce questa ipotesi, spiegando che le indagini suggeriscono “un dramma privato, legato a motivi esclusivamente familiari“.

Rimedio

Vero o non vero il rimedio e’ sempre lo stesso…. dialogo, dialogo, dialogo tra genitori e figli, sempre anche quando sembra una perdita di tempo e …. fatevi insegnare, rendeteli maestri su alcuni argomenti tipici loro come social network, tendenze di moda e giochi elettronici.

Dialogo

 

FXT

FXT - Web | Tecnologia | Comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *